lunedì 15 aprile 2019

Medico sbaglia anticoncezionale, dovrà mantenere il bambino

È accaduto ad un medico di medicina generale il quale ha ricevuto richiesta da una sua paziente di prescriverle un trattamento anticoncezionale per lei e il suo compagno. Il professionista però sbaglia la prescrizione e nasce un figlio non desiderato, essendo così obbligato dalla Suprema Corte (terza sezione civile, sentenza 4738/2019) a pagarne le spese di mantenimento, danno però ricoperto dal contratto assicurativo del medico.
La coppia di genitori, dopo che gli era stato prescritto dal sanitario un

Per il 2025 prevista un’Italia senza medici, questa la situazione

Un’analisi realizzata dal sindacato dei medici Anaao Assomed ha esaminato le curve di pensionamento e dei nuovi specialisti formati nel periodo 2018-2025 prevedendo, per il 2025, una situazione di emergenza per quanto riguarda i servizi offerti dal Sistema Sanitario Nazionale in termini di personale medico. Secondo l'Anaao la maggior parte delle specializzazioni andrà in deficit in praticamente tutte le regioni italiane, con un totale di circa 16.700 medici mancanti.
Secondo l’indagine, le carenze maggiori si

I giovani italiani si rivolgono sempre meno al medico per consulti su sessualità e riproduzione

Promosso dal Ministero della Salute, il Progetto "Studio Nazionale Fertilità", con quattro indagini, ha indagato su conoscenze, comportamenti e atteggiamenti in ambito sessuale e riproduttivo degli italiani, giovani soprattutto, e dei professionisti sanitari. Nel dettaglio sono stati coinvolti quasi 14 mila giovani studenti universitari, 941 classi terze di 482 scuole superiori su tutto il territorio nazionale e oltre 20 mila persone di

Gravidanza entro un anno da morte fetale in utero non è associata a rischi maggiori

Da uno studio osservazionale, il primo su larga scala, pubblicato su Lancet, è emerso che, dopo una morte fetale, concepire entro 6 mesi o 1 un anno, rispetto ad un intervallo maggiore di 2 anni, non aumenta le probabilità di partorire un altro bambino morto, prematuro o piccolo per età gestazionale. Lo studio ha incluso i dati anagrafici di 14.452 nati in Finlandia (tra il 1987 e il 2016), in Norvegia (1980-2015) e in Australia Occidentale (1980-2015), da donne che avevano avuto la nascita di

Rapporto dell'Iss sulle morti materne: la metà sono prevenibili e al Sud rischi doppi

Il primo Rapporto coordinato dall'Istituto superiore di sanità sulla sorveglianza ostetrica - Italian Obstetric Surveillance System (ItOSS) - presentato al Convegno La Sorveglianza Ostetrica ItOSS, “ha stimato un Rapporto di Mortalità Materna (MMR) nelle Regioni partecipanti pari a 9 morti materne per 100.000 nati vivi, un dato positivo che pone il nostro Paese vicino ai risultati raggiunti dall’Olanda e da altri Paesi del Nord Europa che, dotati di un sistema avanzato di sorveglianza simile al

Pensioni quota 100: chiarimenti su cumulo e upgrade all’assegno

I medici che si pensionano con Quota 100 e hanno versato contributi sia in Enpam sia in Inps, in due differenti casi sono tentati di utilizzare la chance del cumulo: quando, a 62 anni di età, arrivano alla soglia dei 38 anni di contribuzione Inps e quando, alla medesima età, si sono già superati i 38 anni di contribuzione Inps e vogliono capire se riescono ad ottenere un trattamento migliore prima del tempo.
Questi, due possibili casi.
Nel primo abbiamo un medico dipendente Asl di 62 anni e con 37 di contributi Inps ma che

martedì 26 febbraio 2019

Emendamento al Decretone contro i medici INPS, sindacati e associazioni protestano

Un emendamento al Decretone (reddito di cittadinanza e Quota 100), già proposto in passato, ha suscitato numerose proteste da parte di medici, sindacati e associazioni. La proposta, al momento sospesa, prevede un concorso, senza alcuna riserva interna, per l’assunzione a tempo indeterminato di 708 unità di personale medico da parte dell’Inps, per le funzioni di medicina fiscale, previdenziale e assistenziale.
“Abbiamo appreso con estremo stupore l’ennesimo tentativo di